Il tuo animale per te è una cosa o un familiare?

A volte mi chiedo cosa avrebbe pensato mio nonno di ScattiAnimali. Probabilmente avrebbe considerato questo progetto come una cosa da fanatici, un’eccentricità senza senso.

L’armali su armali diceva, gli animali sono animali. Con questa frase voleva sottolineare il fatto che gli animali non meritano lo stesso rispetto, le stesse premure, lo stesso affetto che si riserva ad un essere umano.

Non condanno la sua posizione. A quel tempo e nel suo ambiente sociale il cane non era altro che uno strumento, qualcosa che serviva alla fattoria per svolgere alcuni compiti essenziali. Quando non funzionava era un problema e andava sostituito. Mio nonno era cresciuto in quel mondo e non posso sapere come sarei stato io al suo posto, quindi evito di giudicare. Il mio amore per gli animali lo devo anche a lui che mi portava a foraggiare le mucche col trattore. Uno spasso.

L’armali su armali

Oggi anch’io voglio riproporre la stessa frase che diceva mio nonno, ma con un’accezione differente.
L’armali su armali per me significa che gli animali sono diversi dagli esseri umani, non peggiori o migliori.

Oggi so con sicurezza che abbiamo in comune moltissimo ma siamo anche molto diversi.
La qualità del tempo che passiamo con i nostri cani per esempio, è molto diversa da quella con i nostri amici o con i nostri genitori o figli. Direi che spesso è parecchio migliore, ma in realtà abbiamo bisogno di entrambe le cose.

Il rapporto con un animale ha una qualità tutta sua, fatta di interazioni speciali che con gli umani non sono possibili, così come con un cane non è possibile interagire come con un umano.

Grazie a ScattiAnimali ultimamente sto conoscendo sempre più persone che mi dicono di considerare il proprio animale come un figlio. Lo dicono per sottolineare l’affetto che provano per il cane o per il gatto, perché per loro non è meno importante del rapporto con gli altri componenti della famiglia.

Qualcuno lo chiamerebbe fanatismo, ma è un modo per esprimere il bene che vogliono a quell’essere.
Se dicessero semplicemente “gli voglio bene come ad un cane” non tutti capirebbero cosa significa realmente Voler Bene ad un Cane.